la metodologia
 I cittadini verranno suddivisi in "squadre" di lavoro le quali saranno:
  • responsabilizzate ad operare in ogni fase del processo edilizio;
  • sostenute durante tutto il percorso (dalla costituzione della cooperativa alle varie fasi del restauro).
Una condizione essenziale è che ciascun “nucleo familiare” lavori su tutti i cantieri fino alla fine della ristrutturazione: l'assegnazione dei singoli alloggi, infatti, avverrà solo a case ultimate.
Condividere un impegno per raggiungere un obiettivo comune: è questo il principio cooperativistico dell'autocostruzione.
Si spera, così, di facilitare lo sviluppo di forti legami che potranno essere alla base di futuri buoni rapporti di vicinato.